4 semplici suggerimenti per disegnare nuvole realistiche

Chi non ha mai passato un po’ di tempo rilassandosi e guardando le nuvole? Gli artisti poi sono sempre stati accusati di avere sempre la testa tra le nuvole … come se fosse un difetto.

Osservare – e disegnare o dipingere – le nuvole è invece un ottimo esercizio di meditazione e rilassamento per chiunque e rappresenta uno dei migliori esercizi per un artista figurativo.

Ci sono addirittura artisti – come Carrie Lewis – che si sono dedicate al disegno esclusivo di questo soggetto.

A proposito di nuvole questa artista ha da condividere alcune osservazioni ed esperienze riguardo a ciò che tutte le nuvole hanno in comune che possono aiutare a migliorare il tuo prossimo disegno.

1. Le nuvole hanno carattere

La prima cosa da ricordare quando si tratta di disegnare nuvole è che cambiano continuamente. Sono quasi come una cosa vivente che respira e si muove, specialmente se stai lavorando dal vero.

Comunque, anche se stai usando come modello una foto, non occorre stressarti per ottenere ogni dettaglio accurato al 100%. A meno che il tuo obiettivo non sia l’iperrealismo, non devi disegnare ogni dettaglio.

Ti conviene piuttosto scegliere l’obiettivo di catturare la “personalità” della nuvola.

Facci caso, alcune nuvole sono enormi e impressionanti. Si ergono gloriose verso il cielo, piene di luci e ombre. Altre possono addirittura apparire cupe e minacciose. In alcuni casi possono essere abbastanza luminose da proiettare luce riflessa sul paesaggio. I loro bordi sono chiaramente definiti (anche se cambiano costantemente) con forme distinte all’interno del corpo principale.

In altre parole, disegnare e dipingere nuvole richiede attenzione.

 

Altre nuvole sono sottili sottili, simili a piume che si muovono al vento, mancano quasi del tutto sono spigoli vivi, sembrano svanire nel nulla da un momento all’altro.

 

Alcune nuvole poi sono così sottili e indefinite che non le vedi come singole nuvole. Sono più come una nebbia alta e sottile. Assenza di spigoli e minima variazione di luce o ombra sono le loro caratteristiche.

Altre ancora sono una combinazione di tipi: incroci tra masse e ciuffi. Si chiamano nubi cumuliformi e generalmente hanno cime arrotondate e fondi piatti.

 

Insomma, le nuvole si presentano in tutte le forme e combinazioni. Spesso ne puoi vedere più di un tipo contemporaneamente nel cielo.

Tutte queste possibili combinazioni rendono doppiamente importante guardare veramente le nuvole che stai disegnando e – come al solito – disegnare quello che vedi piuttosto che quello che sai.

Il primo suggerimento, credo, può essere riassunto così: se vuoi disegnare nuvole realistiche, evita le forme stereotipate che hai già in mente per il concetto di “nuvola”, niente batuffoli di cotone insomma! Non hanno mai questa apparenza nella realtà!

2. Ogni nuvola ha massa

Alcune nuvole sono composte da taltissimo vapore, tanto da bloccare la luce che le attraversa. Quando una nuvola è sottile permette alla luce di attraversarla e appare bianca e brillante, senza molte ombre proprie. Né getta ombre sulle nuvole vicine.

I cumuli temporaleschi, d’altra parte, sono così pieni di umidità da bloccare molta luce. Ciò rende drammatici i le variazioni di luci e ombre al loro interno. Nuvole tanto cariche possono anche proiettare ombre su quelle vicine o contro il cielo limpido. Esse possono catturare e riflettere Non solo, ma catturano e riflettono anche molto colore!

La prossima volta che ne hai l’opportunità fermati a dare una buona occhiata a un cielo di cumulinembi al tramonto, troverai in quelle nuvole una gamma di colori vastissima.

3. Mentre disegni, inizia dal generale e passa ai dettagli solo alla fine

Indipendentemente dal tipo di nuvola che vuoi disegnare, inizia dalle forme generali e solo dopo lavora sui dettagli. Quando arriva il momento di ombreggiare, riserva le zone luminose, le principali masse di vlori e toni e poi vai a rifinire gradualmente i valori.

Sviluppa i colori strato dopo strato (questo è particolarmente importante se lavori con matite colorate).

4. Prenditi il ​​tuo tempo

Questo è il consiglio più importante.

Certo, se stai disegnando o dipingendo dal vero, dovrai abbozzare velocemente per stabilire le forme. Ma una volta fatta l’impostazione, prenditi il ​​tuo tempo osservando i valori e i colori tra le nuvole e fai del tuo meglio per duplicarli sulla carta o sulla tela.

Imparare a disegnare le nuvole è un processo impegnativo, ma soddisfacente. Troverai sempre una varietà infinita di spunti, anche sotto lo stesso cielo nuvoloso, dato che cambiano così rapidamente.

Disegnare le nuvole è anche un ottimo modo per migliorare la tua capacità di osservazione e la tua capacità di disegnare e disegnare rapidamente.

All’inizio può essere scoraggiante guardare in alto, scegliere una nuvola – anche solo una – e provare a catturarla su carta o su tela. Ma con l’esercizio (come al solito), dopo diversi tentativi ed errori, i risultati diventeranno soddisfacenti.

Se vuoi approfondire e fare più esercizio sulla creazione di quelle forme e la visualizzazione dei particolari delle nuvole, ti consiglio un articolo più dettagliato: “Come disegnare nuvole perfette e luminose a matita“.

Buon lavoro!

Sorgente: 4 semplici suggerimenti per disegnare nuvole realistiche

Print Friendly, PDF & Email
Questo contenuto ti è piaciuto? Prenditi qualche secondo per supportare Alessandro Pedroni su Patreon!

Alessandro Pedroni

View posts by Alessandro Pedroni
Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c'è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apri una chat
1
Salve, Come posso aiutare?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: