Pittura a olio: Il metodo di John Singer Sargent

Guardando le opere di John Singer Sargent non possiamo che ammirare il suo stile e la sua capacità nella pittura a olio. Ciò che è meno noto è il suo impegno...

Guardando le opere di John Singer Sargent non possiamo che ammirare il suo stile e la sua capacità nella pittura a olio.

Ciò che è meno noto è il suo impegno nell’insegnamento dei suoi metodi di pittura.

La danzatrice spagnola

La danzatrice spagnola – Sargent – pittura ad olio

Un libro sul metodo di pittura a olio di Sargent

Un libro affascinante di Evan Charteris, intitolato “John Sargent” e pubblicato nel 1927, getta un po’ di luce sul suo approccio alla pittura ad olio e sul suo metodo di insegnamento.

Sargent era notoriamente criptico circa i suoi metodi, come se non fosse in grado di esprimere a parole ciò che, per formazione e istinto, sapeva fare così naturalmente e rapidamente.

Il suo maestro Carolus Duran, credeva nella pittura “Alla Prima”, bagnato su bagnato, tutto in una volta, senza le laboriose sotto-pitture tipiche dell’epoca.

Tutto ciò di cui Sargent aveva bisogno era una impostazione a carboncino della luce, della disposizione del modello e delle principali masse, su cui iniziava immediatamente ad applicare pennellate di pittura spessa.

Uno dei suoi studenti, ha scritto un resoconto di una dimostrazione che Sargent le diede: “… All’inizio ha usato con parsimonia un po ‘di trementina per stendere un tono generale sullo sfondo e per definire il testa (individuando le masse principali di luce e ombra del viso più che lo stacco tra la testa e il fondo), per indicare la massa dei capelli e il tono del vestito.

In questa impostazione ha evitato di inserire alcun particolare.

L’operazione è stata risolta in pochi istanti, usando il colore puro, senza alcun medium, né olio, ne trementina, né mescolanze.

Violet Hammersley - Sargent - ritratto dipinto a olio

Violet Hammersley – Sargent – ritratto dipinto a olio

‘Più spessa è la pittura, più il colore fluisce’, spiegava.

Molto rapidamente il pittore abbozzava il quadro generale con poco più che sbaffi di colore.

Poi cominciava davvero a dipingere, lavorando in uno stato concentrato e deliberato, una fretta lenta per così dire. Il pennello rimanneva in bilico in aria per un istante e poi andava a cadere dove era necessario, nel modo più efficace e sintetico.

Vedere lo sviluppo della testa era come assistere alla rivelazione della sua forma a partire dal buio come se l’illuminazione progressivamente aumentasse”.

Sargent riteneva che la pittura fosse una scienza da apprendere studiando, fino a farne un’arte: “È necessario economizzare la forza in ogni modo, dichiarava. Bisogna sviluppare il più acuta auto-controllo per riuscire a usare  il minor numero possibile di pennellate per esprimere il soggetto, ogni colpo di colore deve avere il suo scopo”.

La descrizione di miss Heynemann continuava a lungo, descrivendo come Sargent riusciva a creare rapidamente una sorprendente somiglianza con pochi colpi abili di pennello, esattamente del giusto colore, valore e forma.

I piani luminosi sfumavano freschi verso le ombre e viceversa.

Se non era soddisfatto dei suoi risultati sorprendenti, poteva decidere di spazzolare tutto via e ricominciare con pittura fresca.

Per un appassionato della pittura di Sargent, trovare una copia di questo libro è imperativo, si tratta di una grande lettura.

Se vuoi puoi consultare la copia digitale del libro (in inglese) se vuoi puoi acquistare una ristampa del libro su Amazon.

Articolo liberamente tradotto da: John Singer Sargent’s Method – ArtistDaily

Print Friendly
Categorie
disegno e pitturapittura ad olio

Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c'è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.

POST SIMILI

  • Se sbagli impari!

    Hai mai visto un bambino quando impara a stare in piedi? Per diverse settimane non fa altro che cadere! Prova, sbaglia, e ritenta, con una determinazione ossessiva, senza il minimo...
  • Crea il tuo Yantra

    Lo Yantra è una immagine, spesso una rappresentazione geometrica di forma più o meno complessa. Consiste in diagrammi simbolici, utilizzati della tradizione indiana come supporto nella concentrazione o per...
  • L’occhio dell’artista

    Vuoi disegnare e dipingere? Impara a vedere! Un paradosso? No, la pura verità: tutto sta nel come si guarda. Il segreto per rappresentare il tuo modello in modo realistico...
  • 101 idee per bozzetti

    È noto che per disegnare e dipingere bene, con la scioltezza necessaria a fare bozzetti per buttar giù le tue intuizioni e visualizzare le ispirazioni, devi disegnare molto. In...