guida ai fondi per la pittura

Come abbiamo visto nell’articolo sui “fondi tinti” e sull’uso creativo della pittura lavorare su fondi elaborati con soluzioni creative può dare una nuova svolta espressiva alla tua pittura. Cominciamo...

Come abbiamo visto nell’articolo sui “fondi tinti” e sull’uso creativo della pittura lavorare su fondi elaborati con soluzioni creative può dare una nuova svolta espressiva alla tua pittura.

Cominciamo ad esaminare in pratica una serie di fondi per rendere più interessanti e ricchi i tuoi lavori e stimolante il tuo modo di dipingere.

Fondi a gesso acrilico

 

graphite-drawing

Questo disegno a grafite, su un fondo a tecnica mista, bloccato sulla superficie da un sottile strato di gesso, è stato creato dalla bravissima Georgia Shattky. Nota come nelle zone in cui è stato applicato il gesso (le strisce strutturate, create in diagonale attraverso il centro) la superficie granulosa rende le linee a matita molto più scure e impossibili da cancellare (al massimo si possono sbaffare).

Il gesso acrilico è una preparazione professionale formulata specificamente per creare superfici adatte alla pittura artistica. Si lega bene ad una vasta gamma di materiali e ha una struttura calcarea che è ottima come superficie pittorica. Di solito è più sottile della vernice (così si può  stendere su grandi aree facilmente), anche se le diverse marche hanno diverse consistenze. Le varietà di spessore maggiore possono anche essere utilizzate per creare effetti scultorei o levigati per una finitura liscia. I fondi a gesso sono generalmente consigliabili quando si sta disegnando o dipingendo su qualcosa che è extra assorbente o impermeabile alla pittura. Non è necessario per la maggior parte delle carte (anche se può essere vantaggioso, per i motivi sopra elencati).

Di solito il gesso è fornito di colore bianco ma può essere facilmente impastato con altri pigmenti colorati, colori acrilici, tinte lavabili o materiali come sabbia, pomice in polvere (ottimo per la preparazione di fondi per il pastello) e i materiali più disparati.Il gesso acrilico, non ha la stessa finitura lucida dei colori acrilici, per questo non è consigliabile che esso sia lasciato in parte scoperto, a lavoro finito, in questi casi bisogna provvedere a proteggere la superficie con una mano di Gel acrilico da impasto o con una vernice finale lucida o satinata, per evitare un effetto “prosciugo”.

Se scegli un fondo colorato, è conveniente usare un colore che sarà prevalente nell’opera finita, come in questo esempio di Adrian Gottlieb.

adrian-gottlieb-artist

Fondi ad acrilico

Se il fondo a gesso acrilico è già pronto (perché lavori su una tela acquistata) si può usare una mano di pittura acrilica del colore che ritieni giusto per creare il fondo che ti conviene. Quest’ultima soluzione può sembrare meno costosa e più rapida ma bisogna tener conto del fatto che la superficie così ottenuta sarà lucida e che i colori applicati successivamente troveranno una superficie più scivolosa. (Anche se alcuni preferiscono questo tipo di superficie scivolosa a quella secca e aggrappante del gesso). Diluire la pittura con acqua, attenua il  problema.

Un fondo acrilico può essere usato anche parzialmente per creare sottopitture in aree specifiche, come nell’esempio qui sotto di Linda Mann.linda-mann-artist

 

gcse-sketchbook

A fianco una eccezionale pagina da un quaderno di bozzetti: le tre opere colorate sono state create ciascuna su un fondi acrilici.

Sfondi compatti ad acrilico (così come altri motivi descritti in questa pagina), possono essere parte integrante di unprogetto artistico o di uno studio. Nelle belle pagine mostrate a fianco (di da Nikau Hindin) – parte di un progetto di Arte e Design – tre dei quattro studi sono stati completati su un terreno di acrilico. Nota che i bordi sono frastagliati e irregolari, in modo da creare la sensazione di un ‘work in progress’ sperimentale, tipico di una pagina di bozzetti. Come accennato in precedenza, il colore di ciascuno sfondo è il colore più comune in ogni singola opera così che ampie aree di sfondo possono essere lasciate completamente visibili. Avere un fondo da lasciare visibile nel lavoro finale accelera chiaramente il processo pittorico – un fattore che è molto importante per un pittore.lyndon-hayes-artistL’opera a sinistra, di Lyndon Hayes, mostra un approccio all’uso dei fondi piuttosto moderno.

Non solo il fondo è marrone di una tonalità media, utile per l’incarnato del corridore, ma una grande distesa di fondo resta visibile in primo piano nel lavoro.

Fondi dalle tessiture disordinate

Quando si comincia a dare al fondo la stessa dedizione ed entusiasmo che si riserva al soggetto del quadro stesso, comincia il divertimento. Uno sfondo gestuale e disordinato può essere molto adatto per esercizi con bozzetti rapidi e, in molti casi, offre una alternativa valida a un disegno figurativo troppo strettamente controllato che spesso è superfluo se non controproducente. Motivi di tessiture possono anche essere utilizzati come elementi che offrono trama agli oggetti all’interno dell’opera e per la creazione di una superfici visivamente interessanti.jane-mitchell-artist

Nell’esempio a destra, realizzato da Jane Mitchell, la carrozzina da bambino semi-trasparente è stata dipinta su un fondo strutturato – creando un’atmosfera di decadenza e abbandono. Il lavoro suggerisce degrado urbano; momenti dimenticati nel tempo; un’istantanea dell’esistenza umana in un fatiscente, mondo eroso.

 

Un disegno a pastello di Adiefineart:

pastel on acrylic ground

Un espressivo disegno a pastello su sfondo acrilico: un ottimo esempio di uso perfetto dei mezzi per l’esplorazione con bozzetto

 

Fondi fatti a velature ad acrilico, inchiostro o acquerello

Accattivante lavoro di Stella Im Hultberg:stella-im-hultberg-tea-stain

 

Quando si realizza un fondo utilizzando un mezzo acquoso, esso asciugando crea splendidi modelli inaspettati. Ecco due belle opere di Stella Im Hultberg su un fondo di carta macchiato di tè.

Potresti innamorarti di questi fondi prodotti con velature o guazzi dei medium più impensati. Vernici acquose, inchiostri o tinture, caffè, tè spruzzati o distribuiti in modo selvatico, in percorsi irregolari, infiltrazioni e ristagni: i risultati sono magici. Quando si realizza un fondo acquoso di questo tipo, si sente di abbracciare un senso di libertà che offre possibilità infinite. Ti può capitare di trascorrere un’intera seduta di lavoro – o una serata a casa – facendo un mucchio di meravigliosi fondi folli. Hai bisogno di fogli spessi e resistenti all’acqua (carta da acquerello da 300 gr, per esempio), di scarti di recupero o altre cose casuali e sbatterli in acqua, imbrattarli di inchiostro o slavarli con acrilico, sgocciolarli, spugnarli, sfregarli con stracci o pennelli vecchi. Schizza colore ovunque poi spalma, nebulizza colore con quegli spruzzatori da giardinaggio per diffondere una nebbia sottile di pioggia inchiostro.acrylic-wash-background

 

Questo disegno di Amiria Robinson è stato realizzato usando grafite e matita bianca su velature di acrilico. l fondo è stato creato usando tre differenti slavature di colori acrilici: giallo ocra, terra di siena bruciata e blu di prussia, applicati quando lo strato precedente era ancora bagnato con un grosso pennello piatto semi asciutto.IGCSE-art-examination

 

Qui sopra una bella tavola creata da Georgia Shattky. Il fondo è stato ottenuto usando velature acriliche sottili, la frutta, la verdura e le pieghe del tessuto sono disegnate con matite colorate. Sapientemente composto e disegnato con precisione, il fondo chiazzato dà a questo lavoro un elemento creativo che lo rende fuori dal comune.

Bellissima superficie con schizzi e gocciolature di inchiostro indiano di Lisa Sarsfield:indian-ink-and-water

 

Creato con schizzi di china su carta bagnata questo fondo, una volta asciutto, è stato colorato con una tintura ottenuta dal mallo di noci bollito. Sebbene creato per un esercizio di collage, questo sarebbe un grande fondo per un dipinto.

Una immagine che cattura l’occhio del graphic designer Graham Smith:ink-wash-ground

 

Campiture di colore sono state piazzate attentamente per dirigere l’attenzione dello spettatore.

L’artista Andrew Young, lavora lasciando colare il colore fuori dal quadro fin sul muro:andrew-young-artist

 

 

Usare medium per cracklé

Il medium per cracklé si può usare per creare un fondo che abbia un apparenza invecchiata e antica. L’uso di un pennello scarico di medium aumenta l’effetto. Anche se è opportuno fare attenzione per evitare l’uso gratuito di mezzi come questo, può essere comunque una sperimentazione interessante.

Immagine presa da un tutorial su come fare un effetto cracklé usando colla come medium. credit: Makethebestofthingscrackle-medium-glue

 

Effetto cracklé fatto in casa usando colla

Gommalacca 

La gommalacca è una vernice usata anticamente per la lucidatura dei mobili, si può trovare a poco prezzo nelle vecchie mestichere sotto forma di scaglie. Ha un colore ambrato e può essere usata sciolta in alcool come fondo sigillante per la superficie prima di dipingerci sopra. Essa è solitamente applicata dopo che il disegno è stato fatto, dato che la gommalacca è trasparente le linee del disegno si continueranno a vedere (al massimo potranno risultare un po’  sbaffate). Normalmente è meglio completare il disegno prima di applicare la gommalacca dato che poi è molto difficile disegnare a matita su di essa, dato che essa presenterà una superficie lucida e e dura. A volte è difficile anche dipingerci su dato che alcune pitture creano una pellicola superficiale che non aderisce al fondo a gommalacca e si stacca.shellac-painting-ground

 

Un dettaglio di un dipinto di Amiria Robinson, che ha un fondo a gomma lacca e tecniche miste, gli strati sono visibili sulla superficie della tavola perché essi sono stati intenzionalmente scheggiati, esponendo lo strato di gomma lacca sottostante.

Fondi traslucidijanet-nechama-miller-encaustic

 

L’artista Janet Nechama Miller dipinge ad encausto (sovrapponendo strati di cera mista con colori ad olio). Anche molto al di sotto di questi strati di cera, il fondooriginario può ancora essere visto sbirciando attraverso gli strati di colore.

Un medium in gel può essere particolarmente utile quando si dipinge su una superficie (come una mappa o un pezzo macchiato di legno) che ha segni interessanti che si desidera conservare.

Encaustic (wax mixed with oil paint) can also be used when working over old salvaged materials, as in the awesome example to the right by Janet Nechama.

 

IN CONCLUSIONE…

Sceglier di usare fondi su cui dipingere che siano di per se variati e interessanti può aggiungere una particolare atmosfera e maggior interesse alle tue opere.

Questo articolo fa parte di una serie sulle tecniche pittoriche innovative. Ti invito a leggere anche gli altri articoli della serie: “uso creativo della pittura: oltre il pennello” e “come creare un fondo per dipingere: i fondi tinti“.


Questo argomento è trattato in modo approfondito durante le lezioni dei corsi di disegno e pittura che Circolo d’Arti organizza a Cagliari, Senorbì e a Casa Spadaccino (loc. Su Loi, Capoterra), e nel corso sul web. Guarda la lista di tutti i corsi.

Se vuoi ricevere aggiornamenti, sui nuovi articoli, lezioni gratuite e contenuti esclusivi Iscriviti alla mailing list 


Se ti è piaciuto questo articolo commentalo, ti risponderò volentieri, mi faresti un grosso favore segnalando l’articolo ai tuoi colleghi e amici. Puoi farlo cliccando sui bottoni qui sotto e postando il link sui Social Network che usi più di frequente. (Grazie!!!)


Print Friendly, PDF & Email
Categorie
disegno e pitturapittura acrilicaspunti creativi
Alessandro Pedroni

Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c’è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.

Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Iscriviti alla newsletter!


POST SIMILI