dimostrazione di pittura acrilica: come usare il colore locale

Nella pittura acrilica, dipingere a partire da un valore medio del colore locale, è una tecnica molto usata quando si lavora con medium opachi come acrilici, olio, e matite...
Nella pittura acrilica, dipingere a partire da un valore medio del colore locale, è una tecnica molto usata quando si lavora con medium opachi come acrilici, olio, e matite colorate. In sostanza si tratta di riempire la zona scelta del valore medio in termini di luminosità, tono e saturazione e poi di aggiungere a partire da questa base le luci e le ombre.
E’ una tecnica molto rapida e agevole di pittura.
In questa dimostrazione di Missy Acker c’è un esempio semplice ma esaustivo. melaIl modello scelto è una mela, dipinta dal vero, di fianco c’è una foto che puoi usare come modello se vuoi seguire l’esercizio.Una delle chiavi per realizzare una buona natura morta è avere una buona distribuzione, sia delle luci che delle ombre. Per ottenere questo risultato la fonte luminosa deve essere abbastanza lintana da evitare che le ombre e le luci diventino troppo estreme e che i passaggi tra luce, mezzatinta e ombra risultino troppo duri. D’altro canto, se la fonte luminosa è troppo distante l’illuminazione risulta troppo soffusa e il chiaroscuro del modello appiattito. Ci si può anche disinteressare di questi aspetti ma questo renderà sicuramente più difficile il compito di disegnare.
Per prima cosa ti conviene disegnare una traccia di contorno molto semplice del soggetto. I dettagli non sono importanti in questo momento, quindi individua solo le masse principali.
mela_001
Malgrado l’aspetto dell’immagine il disegno dell’esempio è fatto su una tela bianca, l’aspetto grigio è dovuto alla illuminazione sbagliata.
Nota che il disegno consiste praticamente nella individuazione della mela, del picciolo e delle due ombre portate: quella più scura e quella più chiara.
L’autrice dell’esempio ha deciso di inserire nella composizione entrambe le ombre, piuttosto che centrare la mela e tagliar fuori parte delle ombre, questa scelta tutto sommato rende più interessante la composizione.
mela_002Per prima cosa devi riempire la mela con un rosso che sia un buon compromesso tra le parti chiare e quelle scure. Nota che in questa fase non devi tenere minimamente in considerazione la macchia verde sulla mela, te ne occuperai successivamente. Il bello di usare l’acrilico, che è una tempera a colla acrilica, è che si può intervenire più e più volte sulla stessa superficie. Inoltre abbiamo ignorato la sorgente di luce. hai solo fatto un cerchio rosso piatto. Normalmente si dovrebbe procedere ad applicare i colori locali su tutto il quadro, in questa dimostrazione per ragioni di semplicità ciò non viene fatto, anche se si dovrebbe procedere a creare le varie zone del quadro con queste zone piatte.
Lascia asciugare questo primo strato in modo che i prossimi livelli non si mescolino con gli strati sottostanti.
mela_003Qui sopra ecco lo strato successivo, puoi cominciare ad aggiungere del giallo nelle parti in luce e alcuni toni verdi. Puoi anche iniziare ad aggiungere ombre, particolarmente le ombre proprie, mentre puoi inserire un accenno di luce riflessa accanto di fianco alla ombra principale. La forma della mela, già solo con l’aggiunta di questo accenno di ombre e poche variazioni di colore, comincia a prendere corpo, per un risultato del genere possono bastare dieci minuti di lavoro. Nota che è ancora visibile parte del primo strato attraverso le nuove pennellate.
che passa
mela_004Andando avanti, puoi rafforzare le luci e le ombre, prestando molta attenzione ai vari colori che vedi. È importante tenere le luci riflesse abbastanza basse anche se a vista possono sembrare piuttosto luminose (dato che la mela è poggiata su un tavolo bianco e lucido), se fossero luminose come o più delle luci proprie principali l’effetto del volume della mela verrebbe compromesso. Per le luci proprie e per i lustri conviene usare pennellate più corpose e brillanti.
Per l’ombra inizia a impastare una tinta scura mescolando rosso e verde per creare un neutro scuro, poi aggiungi il bianco necessario ad ottenere il valore per dipingere l’ombra
Anche in questa fase, devi conservare nei punti giusti ancora il primo strato rosso steso all’inizio. Inoltre nota che fin qui hai usato solo quattro colori più il bianco: nelle ombre, invece di utilizzare un rosso più scuro, grazie ai toni neutri ottenuti mescolando il verde al rosso hai potuto ottenere degli ottimi valori scuri che contrastano con i rossi delle mezzetinte esaltando i contrasti di valore anche con i toni.
mela_005Siamo alla fine. Le differenze tra questo e il passo precedente sono molto sottili. Aggiungi un paio di luci per le aree verdi della mela e imposta e finisci il gambo. Aggiungi un po’ di colore per l’ombra, perché non sembri troppo smorta. Inoltre puoi impastare colori più luminosi per esaltare le zone luminose, anche esagerando un po’ i contrasti.
Tutto il lavoro, esclusa la firma è stato eseguito con un pennello piatto di setola, largo circa 8-10 mm.
Questa tecnica è molto veloce e sommaria e ti permette di ottenere buoni risultati anche in breve tempo, usando solo sei colori: rosso cadmio medio, rosso acra (Acra red), verde phtalo, giallo ocra, giallo cadmio medio e bianco di titanio. Il rosso acra e il giallo cadmio sono stati appena appena usati. Questo è un altro buon esempio del perché conviene aggiungere il colore complementare nell’impasto delle ombre per ottenere ottimi risultati.

 


Print Friendly, PDF & Email
Categorie
disegno e pitturapittura acrilica
Alessandro Pedroni

Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c’è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.

Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Iscriviti alla newsletter!


POST SIMILI