Come usare la prospettiva aerea per creare senso di profondità

Se conosci la prospettiva aerea, la puoi usare per creare una forte impressione di profondità nei tuoi paesaggi.

La prospettiva aerea (o atmosferica) è un concetto fondamentale in pittura, specie nel paesaggio.  Un suo corretto uso è una delle strategie più importanti che abbiamo a disposizione per trasmettere l’illusione di profondità e distanza.

Siamo immersi in una atmosfera composta d’aria, man mano che la distanza aumenta, aumenta anche la quantità di aria che si frappone tra noi e quello che guardiamo. Questo altera i colori e i valori di chiaro scuro.

Il valore di chiaro scuro e la saturazione del colore sono molto influenzati dalla prospettiva atmosferica!

Valori di chiaro scuro:

Le variazioni di valore, di luce e ombra, ombra su una forma, ci permettono di capire che ha un volume.

L’atmosfera, è chiara o scura? quale è il suo valore?

Se guardiamo un ampio panorama, dove dove lo sguardo può spaziare a chilometri di distanza, vediamo che lontano tutto scompare in una chiara foschia, e possiamo stabilire che l’atmosfera è piuttosto chiara.

In genere, la maggior parte degli elementi di un paesaggio è più scura dell’atmosfera, quindi quando li vediamo attraverso strati via via più spessi appariranno più chiari con l’aumentare della distanza.

Oggetti molto chiari invece con la distanza tenderanno ad apparire leggermente più scuri.

Ovviamente questi sono principi generali e come per tutti i principi la regola migliore è osservare e vedere cosa realmente accade.

Nell’immagine a fianco puoi constatare come schiariscano i valori all’aumentare della distanza.

Ed ecco un bel dipinto di Winslow Homer che dimostra quello stesso schiarire di valori con la distanza!

Winslow Homer - due uomini in canoa

Winslow Homer – due uomini in canoa

Leonardo da Vinci, Monna Lisa, 1504

Leonardo da Vinci comprendeva molto bene l’importanza della prospettiva atmosferica, tanto da scrivere che essa aveva la stessa importanza della prospettiva lineare.

Molti dei suoi dipinti devono il loro inconfondibile etereo aspetto all’uso intelligente della prospettiva atmosferica, per creare l’illusione di grande profondità.

Intensità del colore:

Il colore dell’aria o dell’atmosfera vicino alla superficie della terra, nella maggior parte delle condizioni di luce diurna è blu chiaro o grigio-blu chiaro, di conseguenza anche il colore degli oggetti, all’aumentare della distanza, perde la propria intensità.

Per darti un’idea del fenomeno immagina di dipingere veIature via via sempre più spesse del colore dell’atmosfera sui colori della tua pittura man mano che aumenta la distanza degli oggetti.

Qui sotto ci sono un paio di altri esempi degli effetti della prospettiva atmosferica.

Nel primo, vediamo che i colori, con la distanza, diventano più chiari, oltre che più grigi e incolori. A causa della foschia presente nell’atmosfera, nessuno dei colori è particolarmente intenso, ma comunque diminuisce di intensità.

Il secondo esempio qui sotto presenta una scena in piena luce, senza foschia. Sono stati selezionati e accostati alcuni campioni di colore presi in zone luminose e in ombra, a diverse distanze: il verde delle aree illuminate dal sole passa da un giallo-verde più intenso a un grigio-blu di intensità molto bassa; anche il colore delle ombre cambia, diventando meno verde e più blu con la distanza.

Si vede anche un altro effetto della prospettiva atmosferica, la diminuzione del contrasto: gli alberi vicini hanno più contrasto tra luce e ombra – gli alberi distanti non hanno quasi alcun contrasto tra luce e ombra.

Un altro aspetto della prospettiva atmosferica è che la quantità di dettagli visibili diminuisce con la distanza.

Dalle osservazioni fatte si può dedurre che la prospettiva atmosferica di solito produce un alleggerimento dei valori, colori meno intensi, meno contrasto e meno dettagli all’aumentare della distanza.

Temperatura di colore:

La definizione di temperatura del colore, è un modo comune, anche se un po’ impreciso, di definire i colori.

Si possono considerare i colori giallo, arancione e rosso come colori caldi, mentre il verde, il blu e il viola sono considerati freschi. Il blu è spesso valutato il colore più freddo.

Parlando di prospettiva aerea, gli artisti potrebbero dire che i colori diventano più freschi con la distanza.

In normali condizioni atmosferiche possiamo considerare blu il cielo e l’atmosfera, quindi possiamo aggiungere più blu ai nostri colori all’aumentare della distanza. Una maggiore quantità di blu nell’impasto del colore rende la sua “temperatura” più fredda.

Bisogna tener presente che l’atmosfera non è sempre blu. A volte quando si osservano nuvole bianche in distanza, esse possono apparire con toni più caldi. Questo perché, più vicino all’orizzonte, l’atmosfera diventa spesso più rosa o rossa, non solo all’alba e al tramonto. Così le nuvole più lontane possono assumere un’aria più calda, con un accenno di colore rosa.

Ecco un bel dipinto di William Trost Richards che ha una bella prospettiva atmosferica!

Paesaggio lungo le grandi scogliere – William Trost Richards

Il colore dell’atmosfera varia:

È importante ricordare che l’atmosfera può essere di molti colori diversi.

Soprattutto all’alba o al tramonto, l’atmosfera può essere piena di con aranci, rossi, violetti, rosa, e così via. Se l’atmosfera o l’aria sono di un certo colore, quel colore influenza la prospettiva atmosferica.

In questa galleria ci sono alcuni esempi di variazioni del colore dell’atmosfera:

 

Esagerazione nella prospettiva aerea

Le due foto che ho mostrato in precedenza e che ripropongo qui, mostrano la stessa scena di montagna, in condizioni atmosferiche diverse: la prospettiva aerea è completamente diversa!

In presenza di foschia, come nell’immagine a sinistra, l’atmosfera influisce notevolmente sull’apparenza dell’immagine e il senso di distanza è esaltato.

Nella foto a destra invece, presa in una giornata limpida, le montagne lontane non sembrano così lontane e l’effetto della prospettiva atmosferica sembra essere minimo.

Quindi, la quantità di prospettiva atmosferica che mostriamo nel nostro dipinto aiuterà ad indicare il clima atmosferico della giornata.

Però a volte, se il giorno è chiaro e gli effetti della prospettiva atmosferica sono poco evidenti (o minimi), possiamo avere difficoltà a rendere il senso della distanza. In questo caso possiamo (dobbiamo) esagerare la quantità di prospettiva atmosferica nei nostri dipinti.

Poniamo di avere come modello la scena di sinistra, la costa sullo sfondo è a quasi un chilometro di distanza e la giornata è chiara e senza nebbia o foschia. Come si può notare gli alberi vicini, quelli sulle rocce, non si stagliano in modo chiaro conto gli alberi sullo sfondo e il risultato è una scena appiattita e poco interessante.

Una buona strategia per migliorare l’effetto di profondità e quella di  esagerare la prospettiva atmosferica schiarendo il valore e riducendo l’intensità del colore, smorzando anche i contrasti e i dettagli minori degli alberi sullo sfondo.

La versione del paesaggio a destra ha più profondità e offre un senso maggiore di profondità grazie alla prospettiva atmosferica esagerata!

La giornata però sembra meno luminosa e soleggiata.

Quindi, come nella maggior parte dei casi, la decisione se esagerare o meno la prospettiva atmosferica dipende esclusivamente dall’artista e può variare da pittura a pittura!

La prospettiva aerea non vale solo per i paesaggi

L’uso della prospettiva atmosferica è ovviamente più utilizzato nei paesaggi, ma gli stessi principi possono essere usati per aiutare a rendere il senso di distanza in ogni dipinto.

Possiamo anche non chiamarlo prospettiva atmosferica quando lavoriamo su una natura morta o un ritratto, ma se vogliamo creare un senso di distanza e profondità tra gli oggetti in qualsiasi dipinto possiamo usare gli stessi principi.

Un po’ di esercizio

Ti propongo alcune immagini su cui esercitarti, alcune hanno già molta prospettiva atmosferica e altre meno, spero ti spingano ad esercitarti, se vuoi un riscontro pubblica i bozzetti e le opere che ne trarrai sul gruppo di Facebook “Consigli e Tecniche per il Disegno e la Pittura” oppure sul forum di questo sito.

Tratto da un articolo di Wetcanvas.com

[iscrizionebase]
Print Friendly, PDF & Email
Categorie
disegno e pitturapittura acrilicapittura ad olioprospettiva

Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c'è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.
Nessun commento

Rispondi

POST SIMILI