Basi di disegno gestuale, 2:
testa, gabbia toracica e bacino

Una volta che hai stabilita la linea di azione (vedi articolo precedente) sei pronto per sistemare tre ovali per individuare le masse principali del corpo: la testa, gabbia toracica...

Una volta che hai stabilita la linea di azione (vedi articolo precedente) sei pronto per sistemare tre ovali per individuare le masse principali del corpo: la testa, gabbia toracica e del bacino. Anche questa operazione dovrebbe richiedere 5-10 secondi.

torso-bacino-testa

Vedendo la forma esterna del corpo è difficile cogliere la struttura dello scheletro che è quella guida tutti i suoi movimenti, ed è facile, se sei un principiante, essere indotto a pensare che il tronco umano abbia una forma simile a quella della immagine qui sotto.

mergedpelvis

Ma sarebbe un grave errore perché è fondamentale mantenere separate le masse costituite dalla gabbia toracica e dal bacino per cogliere accuratamente qualsiasi posa, perché consente di individuare la realtà dei movimenti del corpo che possiedono una gamma molto più ampia di movimenti. La gabbia toracica e il bacino sono collegati dalla spina dorsale che è flessibile e permette loro di piegarsi, flettersi e ruotare indipendentemente uno rispetto all’altro, come mostra l’immagine qui sotto.

direzione-spalle-bacino

Questa immagine mostra come cassa toracica e bacino si inclinano tra di essi e le linee che permettono di individuare chiaramente la loro posizione relativa e la flessione della spina dorsale che li collega. Può essere molto utile annotare queste queste linee mentre si cerca di individuare la posizione e l’orientamento dei tre ovali che rappresentano testa, cassa toracica e bacino. Se stai cercando di creare una posa piena di dinamismo, energia o di tensione, è essenziale che tu definisca chiaramente questi angoli del corpo.

Come si può vedere, quello che succede nella struttura interna influenza l’aspetto esteriore del corpo in vari modi, palesi e sottili. Anche se non se non coscientemente, la maggior parte delle persone si rendono conto, di fronte a una immagine disegnata senza tener conto della struttura interna del corpo, che c’è qualcosa di sbagliato, anche se magari non sanno bene dire come o cosa.

In certe pose del corpo, quando si appoggia su una delle due gambe, un lato si contrae e si accorcia, mentre dall’altro lato si stira e si allunga. Si potrebbero vedere le pieghe della pelle sul lato accorciato e una protuberanza dove la gabbia toracica sporge sul lato allungato.

Nella pratica del disegno, è utilissimo spendere quei 5-10 secondi, per annotare la posizione e gli angoli tra testa testa, gabbia toracica e del bacino, agganciando quegli elementi alla linea della azione e tenendo presente anche che ciascuno di questi elementi può ruotare sull’asse di collegamento alla spina dorsale.

Ricorda che dopo tutta questa teoria quello che conta è la pratica, quindi ti conviene esercitarti il più possibile, magari usando i modelli e gli esercizi proposti in questo articolo sui modelli per il disegno anatomico.

Questo argomento è trattato in modo approfondito durante le lezioni dei corsi di disegno e pittura che Circolo d’Arti organizza a Cagliari, Senorbì e a Casa Spadaccino (loc. Su Loi, Capoterra), guarda la lista di tutti i corsi.

Se ti è piaciuto questo articolo commentalo, ti risponderò volentieri, mi faresti un grosso favore segnalando l’articolo ai tuoi colleghi e amici. Puoi farlo cliccando sui bottoni qui sotto e postando il link sui Social Network che usi più di frequente. (Grazie!!!)

Sto preparando altri due articoli sulla tecnica pittorica di David Gray, se vuoi ricevere aggiornamenti, sui nuovi articoli, lezioni gratuite e contenuti esclusivi Iscriviti alla mailing list.

 

Print Friendly, PDF & Email
Categorie
anatomia artisticadisegnodisegno e pittura
Alessandro Pedroni

Ciao, se mi leggi forse condividi con me l’amore per il disegno e la pittura e sei sempre alla ricerca di approfondimenti e nuovi stimoli, cosciente che c’è sempre ancora molto da scoprire. Mi piace condividere quello che ho imparato in una vita di mestieri fatti con la matita e i pennelli in mano, per questo insegno disegno e pittura da più di dieci anni e scrivo articoli sulla pratica del disegno e della pittura su questo blog.

Un commento
  • Basi del disegno gestuale – 1: linee d'azione – Circolo d'Arti – scuola disegno e pittura
    5 dicembre 2017 at 8:41 pm
    Lascia un commento

    […] Nell’articolo su testa, gabbia toracica e bacino, vedremo come è possibile creare forme armoniose e dinamiche collegando alle linee d’azione la testa, la gabbia toracica e il bacino. […]

  • Lascia un commento

    *

    *

    Iscriviti alla newsletter!


    POST SIMILI